Mastopessi

La mastopessi, nota anche come lifting al seno, è un intervento chirurgico ed estetico che ha come obiettivo primario la correzione della ptosi mammaria, ovvero una condizione in cui il seno femminile tende a cedere. Il trattamento prevede anche il rimodellamento ed il ringiovanimento delle mammelle. Le tecniche adottate dal chirurgo esperto variano a seconda del paziente, così come le incisioni sulle mammelle. 

mastopessi

Mastopessi, cos’è e a cosa serve

La ptosi mammaria è solitamente causata dall’invecchiamento dell’individuo, dunque da considerarsi naturale. Tuttavia vi sono dei casi che potrebbero influire sul decadimento del seno, come la gravidanza, l’allattamento ed il dimagrimento.

Vediamo di seguito cosa influenza la comparsa della ptosi.

  • Una o più gravidanze;
  • fumare;
  • attività fisica che causa un particolare movimento del seno;
  • sovrappeso e/o obesità;
  • perdita repentina di peso.

La ptosi mammaria è una condizione fisica in cui il seno risulta essere cadente. È spesso fonte di disagio di molte donne, le quali decidono di sottoporsi all’intervento chirurgico ed estetico della mastopessi per risolvere la problematica.

 

Per chi è indicata

Come accennato già precedentemente, i casi principali in cui è consigliabile eseguire la mastopessi sono i seguenti:

  • seno geneticamente cadente, indipendentemente dalle sue dimensioni;
  • seno svuotato al seguito di un rapido dimagrimento;
  • numerose gravidanze e allattamenti che svuotano le mammelle;
  • ptosi mammaria.

Le donne possono sviluppare una ptosi mammaria in tre modi differenti: che riguarda il volume, le dimensioni o la posizione del seno. La gravità di questa condizione è valutata secondo vari gradi, dall’1 al 4. Per quanto non si tratti di una condizione pericolosa per la salute, molte donne ne soffrono a livello psicologico, in quanto avvertono un più o meno grave disagio estetico.

 

Mastopessi, fase pre-operatoria

Trattandosi di un intervento invasivo, è fondamentale che il paziente esegua i giusti controlli prima di sottoporsi al trattamento. Innanzitutto è necessario consultare il medico chirurgo che esegue la mastopessi, il quale si occuperà di valutare una serie di caratteristiche: analizzare il seno, effettuare un’eventuale mammografia, stabilire il grado di ptosi mammaria che la paziente presenta, stabilire il tipo di intervento da eseguire.

Al di là del consulto medico è importante che il paziente esegua degli esami, al fine di evitare l’insorgere di complicanze durante l’intervento. Gli esami richiesti sono generalmente esame del sangue, delle urine, misurazione della pressione sanguigna ed elettrocardiogramma.

Vediamo di seguito alcuni consigli da seguire in fase pre-operatoria.

  1. Smettere di fumare due settimane prima e dopo l’intervento, in quanto potrebbero presentarsi sintomi come infezioni, alterazione del flusso sanguigno e rallentamento nella guarigione delle ferite.
  2. Smettere di assumere farmaci antiaggreganti ed anticoagulanti, in quanto potrebbero favorire le emorragie, ovviamente d’accordo con il medico che prescriverà una terapia sostitutiva adeguata.
  3. Informare il chirurgo su eventuali allergie ai farmaci utilizzati durante l’operazione.
  4. Digiunare prima dell’intervento, in quanto è richiesta un’anestesia di diversa intensità a seconda della scelta del chirurgo che opererà.

 

Mastopessi, procedura

Dopo che la paziente risulti anestetizzata, l’intervento ha inizio. Per far sì che la ptosi mammaria venga corretta è necessario eseguire delle incisioni sul seno, che però variano a seconda della tipologia di intervento.

Dopodiché ci si concentra sulla forma del seno e sulle dimensioni dei capezzoli, uniformando interamente la zona interessata. Dopo aver chiuso le incisioni con dei punti di sutura, il medico benda le ferite.

La durata dell’intera operazione si aggira intorno alle 2 o 3 ore.

 

Tipi di mastopessi

Le tipologie di mastopessi operabili si distinguono l’una dall’altra a seconda dell’incisione che viene eseguita dal medico. Vediamo di seguito quali sono i tipi di mastopessi più praticati.

  • Mastopessi con incisione periareolare, sia in verticale che in orizzontale;
  • mastopessi con incisione periareolare verticale;
  • mastopessi con incisione periareolare.

Indipendentemente dal tipo di intervento eseguito è possibile integrare anche una mastoplastica riduttiva o additiva.

Mastopessi prima e dopo

Esempi di mastopessi sono ricercabili online e consultabili su decine di siti web. Il Dottor Della Corte si avvale di tecnologie all’avanguardia che permettono di avere un’idea di quali saranno i risultati sul proprio corpo prima ancora di effettuare l’intervento. Nelle foto che seguono vengono mostrati interventi di mastopessi prima e dopo. Nell’album sono quindi raccolte alcune fotografie che mostrano risultati effettivi di un intervento dopo soltanto alcuni giorni.

Mastopessi a Napoli

 

Chiama il: +39 328 692 30 76

Costo della mastopessi

Il costo della mastopessi varia a seconda delle dimensioni del seno, delle sue caratteristiche e delle eventuali complessità attese nonché dal tipo di anestesia applicato e il consecutivo ricovero che si prevede per la paziente.

In ogni caso il costo complessivo della mastopessi è variabile e andrà discusso con il chirurgo in sede di prima visita.

Incontriamoci

 

Organizzare una visita da un bravo chirurgo estetico a Napoli non è sempre facile, per questo motivo abbiamo predisposto un contatto stabile con chiunque voglia rivolgersi a noi. Un membro del nostro team è sempre a disposizione per fornire informazioni dettagliate sul come e quando poter prendere una appuntamento.

Riferimenti

Chiama

+39 3286923076

Indirizzo

Via San Giacomo dei Capri 20/A - Napoli

Modulo di contatto